Compagnia teatrale la Burrasca e Associazione culturale Lavisana

Ideazione artistica Maria Vittoria Barrella
Attrici/danzatrici Silvia Dezulian e Maria Vittoria Barrella
Comparse/lottatori Alessio Rimella, Giulia Decarli, Chiara Solinas
Tecnico luci Emanuele Cavazzana
Coreografie/costumi Silvia Dezulian
Con la consulenza artistica della Bottega Buffa CircoVacanti
Organizzatori Andrea Casna con l’assistenza di Valeria Ciurletti

Una narrazione di qualunque tipo, per risultare avvincente, necessita di antagonismo, contrapposizione, contrasto fra due o più elementi. Altrimenti non è una narrazione, è un elenco.

E non prendiamoci in giro: ogni relazione, anche quelle orientate alla cooperazione, nasconde asimmetrie e contrapposizioni, almeno latenti. Se guardi bene, le puoi trovare persino in una sdolcinata storia d’amore o tra due marmocchietti che fanno un castello di sabbia in riva a un mare gentile di fine estate. E soprattutto tra donne e uomini, anche quando cercano di superare gli archetipi di genere in cui da millenni la società li ha imprigionati. Più spesso la contrapposizione si estrinseca. E così, talvolta, la si fa fuori a pacche. In senso metaforico certo, ma qualche volta no.

Con gli strumenti delle arti marziali e della danza si metterà in scena il conflitto puro, la grazia inquietante che lo contraddistingue, il movimento che ne è veicolo. Una narrazione anti-logos. Visuale. Fisica. Che però, proprio per la sua natura, travalica, neutralizza e respinge la violenza e la mera sopraffazione.

Spettacolo inserito nel progetto ScenaTrentina. Scopri di cosa si tratta e quali altri spettacoli ne fanno parte a questo link

Acquista biglietto
ACQUISTA
Event Dettagli