indispArte

Aporia Teatro

Con Alessio dalla Costa e Gelsomina Bassetti
Regia Stefano Cordella
Drammaturgia originale Carolina de la Calle Casanova
Da un’idea di Gelsomina Bassetti
Fonico Gianluca Agostini
Progetto luci Andrea Coppi

La protagonista è una pittrice di quasi sessant’anni, divorziata, non madre. La sua carriera e percorso artistico ormai viaggia nell’anonimato. Tuttavia lei continua a dipingere nonostante le difficoltà economiche, perché la sua vocazione è forte e giovane. La commedia inizia con lei che non riesce a finire un quadro, sono giorni che non dorme, che mangia male e prende diverse medicine per aiutarsi a stare sveglia e lucida nell’intento di finire la sua opera. La sua crisi deraglia verso un fortissimo mal di pancia, ma il cesso è rotto!

In preda ai crampi chiama d’emergenza l’idraulico. Si presenterà nello studio un idraulico sulla cinquantina, partita IVA, marito, padre, in preda alla fragilità economica e sociale dei nostri giorni. L’incontro/ scontro/ confronto tra i due sarà il perno della commedia: lei ha bisogno di “sfogare” ( non solo il corpo) e lui scopre quanto materiale umano, emotivo e tecnico vi possa essere in una tela dipinta. Un incontro fatto di parole, di silenzi, dove ironia e malinconia si alternano, estremizzando la solitudine di lei e le stridenti convenzioni sociali dell’ altro

Due archetipi semplici, diremmo persino banali, che mettono in discussione il proprio fare, il proprio io dibattendo attorno al concetto di ARTE: quanto può valere?

L’intento di questo testo teatrale è porre nuovamente la domanda: “cos’è l’Arte?” e porla ai più, ai non teatranti, al pubblico popolare, a chi va a teatro di rado, a chi non entra mai in un museo o in una galleria d’arte. Per questo viene scelto come genere la commedia e non altra forma drammaturgica. Potremo definirla una dark comedy- black comedy o gallows humor, stando alla definizione Shakesperiana e anglosassone, ovvero una commedia dove la risata diventa ponte verso la riflessione tal volta amara, spesso provocatoria, cinica nella sua forma e contenuto

L’originalità rispetto a altre proposte sta nel doppio ruolo della pittrice Gelsomina Bassetti che interpreta se stessa, raccontando attraverso le sue esperienze uno stereotipo dell’artista che non sempre corrisponde alla realtà.

Acquista biglietto
ACQUISTA
Event Dettagli